Gara Sportello sociale Home Care 2017 - Consorzio Sociale RI1

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gara Sportello sociale Home Care 2017

PROCEDURA NEGOZIATA AI SENSI DELL'ART. 36, C. 2 LETT. B, DEL D.LGS. N. 267 DEL 2000, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SPORTELLO SOCIALE PROGETTO “HOME CARE PREMIUM 2017” - PER IL PERIODO DAL 1 OTTOBRE 2017 AL 31 DICEMBRE 2018. APPROVAZIONE LETTERA D'INVITO E ATTI DI GARA CIG: 7114809E1C

Scadenza presentazione offerte: 25.09.2017 ore 12.00







Seduta di gara del giorno 29.09.2017 ore 15.30



Seduta di gara del giorno 06.10.2017



Faq.

Si chiede di conoscere se un'azienda che presta servizi di assistenza domiciliare (Sad)
e servizi di assistenza home care premium nei territori ricompresi nell'ambito territoriale del Distretto Sociale
Ri/1 può partecipare alla gara e se in caso di aggiudicazione sorgano impedimenti, limitazioni , riduzioni,
o preclusioni alla continuazione dello svolgimento  dei predetti servizi:

Risposta

Stante il ruolo di supporto e case management per la gestione del Progetto HCP 2017, la Cooperativa affidataria non potrà svolgere, quale operatore economico, prestazioni assegnate agli utenti beneficiari del medesimo Progetto sino alla scadenza dell'affidamento.

Tale limitazione risulta opportuna per evitare conflitti di interesse che si potrebbero generare tra le funzioni e attività di definizione e realizzazione PAI in capo al medesimo soggetto economico.

2. Relativamente all'importo a base di gare, non riusciamo a capire se c'è un errore. La formulazione dell'importo sembrerebbe data dal seguente calcolo: (200,00€ per la valutazione dello stato di bisogno x 80 utenti) + (70,00€ per le spese x 80 utenti x 15 mesi di durata dell'appalto)= 100.000,00 € iva esclusa. Invece sulla lettera d'invito viene indicato 80.000,00 oltre IVA al 5%. Si chiede un chiarimento a riguardo.


Non vi è errore in quanto la valutazione dello stato di bisogno degli 80 utenti è stata già effettuata. In ogni caso qualora si aggiungessero ulteriori utenti rispetto agli 80 le valutazioni dello stato di bisogno verranno effettuate dall'operatore economico affidatario della gestione dello sportello Home Care.

3. Alla luce della Sua risposta al ns secondo quesito, Vi facciamo notare l'incongruenza rilevata all'interno dell'art. 10 della Vs. lettera d'invito, dove viene stabilito l'importo a base d'asta.
Nel suddetto paragrafo si stabilisce che l'importo a base d'asta è €. 80.000,00 oltre iva nell'ipotesi di 80 vincitori, pertanto si ricava un costo pro capite pari a €. 66,67 mensili.
All'interno dello stesso viene riportato quanto segue "tenendo conto che come da art. 7 dell'Accordo, l'Ente Inps corrisponde la somma di €. 200,00 una tantum pro capite per la valutazione ed il monitoraggio dello stato di bisogno di ciascun beneficiario ed € 70,00 pro capite mensile per le spese di attività e di gestione". Nonostante la valutazione dello stato di bisogno è stata già effettuata, l'importo mensile stabilito dall'INPS è discordante rispetto a quello a base d'asta.



Si evidenzia che nell'importo di 70€ pro capite è già inserita l'Iva. Pertanto l'importo Iva esclusa è pari a 66,67 € al mese per ogni utente.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu